APPLICAZIONE DEI FITOFARMACI
AD EMISSIONE CONTROLLATA®

IL SISTEMA AD EMISSIONE CONTROLLATA® PUÒ MIGLIORARE L'EFFICIENZA DEI SISTEMI DI APPLICAZIONE A RECUPERO O PUÒ RAPPRESENTARE UNA VALIDA ALTERNATIVA

I sistemi di applicazione a recupero dei fitofarmaci sono presenti in alcune aziende vitivinicole italiane. Come sappiamo fra i vantaggi rispetto ai sistemi di applicazione tradizionali sono da elencare il risparmio di prodotto e la riduzione della deriva.

A fronte di un investimento che si aggira fra i 30 ed i 60 mila euro, alcuni agricoltori lamentano però alcune problematiche. Ad esempio la difficoltà nel calcolare il dosaggio/ha e la concentrazione corretta del formulato nella sospensione. Ma un aspetto senz'altro da considerare è che il risparmio di prodotto si osserva prevalentemente nella prima parte del ciclo vegetativo della vite, mentre dopo il recupero è molto più contenuto o non è più possibile recuperare prodotto a causa della fitta vegetazione. Di conseguenza i volumi ed i dosaggi/ha applicati tendono a coincidere con quelli che applicherebbe un atomizzatore tradizionale.

Altri lamentano la scarsa penetrazione delle particelle nella vegetazione a causa del ridotto volume di aria spostato dai ventilatori presenti sugli schermi deflettori. Per questo motivo alcune aziende utilizzano atomizzatori tradizionali nella seconda parte della difesa fitosanitaria della vite limitando l'uso delle macchine a recupero alla prima parte.

Il "Sistema di applicazione ad emissione controllata®", se installato su un atomizzatore tradizionale, a fronte di un investimento pari a meno di un decimo rispetto ai sistemi a recupero si pone quindi in evidenza poiché permette di raggiungere risultati paragonabili di risparmio/ha a quelli conseguiti con i sistemi a recupero, anche perché questi sono distribuiti lungo tutto l'arco del ciclo vegetativo della vite. Anche il profilo antideriva risulta essere particolarmente favorevole rispetto ai sistemi di applicazione tradizionali come dimostrano i risultati otenuti dall'Istituto Nazionale di Ricerca di Montpellier (disponibili su richiesta).

Il "Sistema di applicazione ad emissione controllata®può inoltre essere complementare ai sistemi a recupero poiché riduce il gocciolamento cui potrebbero essere soggetti tali sistemi a causa della piccola distanza degli ugelli rispetto alla superficie vegetale, soprattutto su organi piccoli e lisci quali sono i grappolini in pre fioritura e negli stadi immediatamente successivi. In questa delicata fase, come è noto, questi ogani rappresentano un bersaglio particolarmente sensibile agli attacchi della peronospora ed è quindi fondamentale garantire una copertura efficace.

Per questo motivo, l'applicazione di un deposito meno sensibile al gocciolamento, può migliorare l'efficacia delle macchine a recupero in questa fase delicata.

Quando è aggiunta ai sistemi a recupero la tecnologia ad "Emissione controllata®" permette di estendere il risparmio di prodotto alla seconda parte della stagione quando la vegetazione è più fitta.

Via del Timavo 22
40131 Bologna

+39 051 67 69 164

+39 349 125 32 72

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.